Dall’isola, dell’isola, di una penisola – XI edizione 2007

“DALL’ISOLA,DELL’ISOLA DI UNA PENISOLA”
RASSEGNA INTERNAZIONALE DI MUSICA, CINEMA,
TEATRO E DANZA XI EDIZIONE
Nella parte nord del paese a pochi passi dal mare, salendo su per le strette stradine
fino ad arrivare sotto le mura di cinta, appare uno dei quartieri più suggestivi di
Carloforte, le “Casinee”. E’ in questo luogo di confine tra il paese antico e le recenti
costruzioni, che da undici anni prende vita la nostra rassegna; proprio lì…vicino, molto
vicino alla bocca di vento maestro che congiunge il vecchio con il nuovo: Porta Leone,
Le “Casinee” e il Giardino del Forte Santa Teresa diventano in questi giorni il luogo
dell’incontro artistico, culturale e sociale che ogni anno si veste di nuovi suoni,
immagini, emozioni e sapori.

PROGRAMMA SPETTACOLI
VENERDI 31 AGOSTO
12,30 Barone Rosso in via XX settembre presentazione / brindisi d’apertura della XI
edizione e aperitivo musicale con i Camillocromo 20,30 Piazza Repubblica, “Parata
d’apertura” con gli artisti di strada di Vitamina Circo 22,00 Porta Leone, saluto del
Sindaco Agostino Stefanelli; “Tesoro” uno spettacolo di teatro acrobatico caraibico con
artisti circensi cubani 23,30 Giardino di note, concerto di musica etnica del gruppo
Zaman.
SABATO 1 SETTEMBRE
10,30 Piazza Repubblica laboratorio di giocoleria e acrobatica per bambini curato da
Vitamina Circo 13,00 aperitivo musicale al Niko Bar in Piazza Carlo Emanuele con i
Camillocromo 17,30 Piazza Repubblica laboratorio di giocoleria e acrobatica per
bambini curato da Vitamina Circo 20,00 Piazza Repubblica, “Giandoja e la farina
magica” con i burattini di Marco Grilli 20,45 Piazza Repubblica, passeggiata musicale
per i carruggi con i Camillocromo 21,00 Giardino di Note, “Dauvea?!” rassegna di videodocumentari
e cortometraggi curata da Chicco Angius 22,00 Porta Leone, la
Compagnie de la Caravane Jaune dalla Francia in “Barkes Orkestra” 23,30 Giardino di
Note, “Le rose di addio – acoustic” concerto del gruppo Nielsa di Carloforte 0,30
“D’Auvea?!” replica del programma serale.

DOMENICA 2 SETTEMBRE
10,30 Piazza Repubblica laboratorio di giocoleria e acrobatica per bambini curato da
Vitamina Circo 13,00 aperitivo musicale alla vineria La Ciappelletta in via Roma con
i Camillocromo 17,30 Piazza Repubblica laboratorio di giocoleria e acrobatica per
bambini curato da Vitamina Circo 20,00 Piazza Repubblica, “Giandoja e la corona
del re ” con i burattini di Marco Grilli 20,45 Piazza Repubblica, passeggiata musicale
per i carruggi con la Compagnie de la Caravane Jaune 21,00 Giardino di Note,
“Dauvea?!” rassegna di video-documentari e cortometraggi curata da Chicco Angius
22,00 Porta Leone, “Cabaret Yiddish” spettacolo di e con Moni Ovadia 23,30
Giardino di Note, “Musica onirica per film immaginari”, concerto dei Camillocromo
0,45 “D’Auvea?!” replica del programma serale.

LUNEDI 3 SETTEMBRE
10,30 Piazza Repubblica laboratorio di giocoleria e acrobatica per bambini curato da
Vitamina Circo 19,00 Giardino di Note, spettacolo – dimostrazione finale del lavoro
svolto dai bambini nel laboratorio 20,30 Giardino di Note, “MGPS” con i burattini di
Marco Grilli.

E POI
I PRODROMI DELLA RASSEGNA
mercoledi 29 e giovedi 30 agosto, l’Oblò Pub, Cineclub Auvea e i Botti vi invitano
dalle ore 21,00 al Giardino di note per iniziare ad assaporare i suoni, le immagini e le
emozioni della XI edizione.

L’INGRESSO AGLI SPETTACOLI E TUTTE LE ATTIVITA’ SONO LIBERI E GRATUITI
IL PROGRAMMA PUO’ SUBIRE VARIAZIONI

ARTISTI OSPITI E SPETTACOLI

VITAMINA CIRCO
Nasce nel 2003 come associazione culturale dall’unione di alcuni giovani artisti sardi
accomunati dal desiderio di promuovere lo spettacolo di strada in ogni sua forma e di
diffondere attivamente la cultura ad esso legata. Vitamina Circo è una struttura
aperta a tutte le iniziative di spettacolo di strada e a tutte le forme di spettacolo in
genere. “PARATA DI APERTURA” Spettacolo itinerante con giocolieri, acrobati,
saltimbanchi, trampolieri e percussionisti che darà il via alla XI edizione portando il
pubblico dalla piazza e dal lungomare al palco di Porta Leone. “LABORATORIO DI
ACROBATICA E GIOCOLERIA” Vitamina Circo cura quest’anno le attività di
animazione rivolte ai bambini, con quattro dei suoi operatori: Dodo per la giocoleria,
Antonio per l’acrobatica e la magia, Jongo per giocoleria e le sculture di palloncini e
Ado per la giocoleria e la manipolazione di oggetti. Il laboratorio si concluderà con
uno spettacolo/dimostrazione dei bambini lunedi 3 settembre al Giardino di Note alle
ore 19,00.
*Le iscrizioni dei bambini al laboratorio di giocoleria ed acrobatica si possono
effettuare al cinema all’aperto il 18 e 19 agosto dalle ore 21,00 in occasione della
proiezione di Spiderman 3; il 29 e 30 agosto al Giardino di Note, la sera; il 31 agosto
al Barone Rosso dalle ore 12,00 alle 13,00 e per i ritardatari, nel caso ci fosse ancora
disponibilità, sabato 1 settembre in piazza Repubblica alle 10,30. Età consigliata 8 –
11 anni (numero massimo 25 circa).

CRONOPIOS
Cronopios lavora nell’isola di San Pietro come gruppo teatrale di ricerca
dell’associazione culturale
Bötti du Shcöggiu con vari progetti di formazione e produzione che indagano nelle
risorse endogene dell’isola di S.Pietro. Uno degli obiettivi del nostro lavoro è di
sperimentare “la forma teatrale” attraverso drammaturgie che possono scaturire dai
luoghi o dal confronto e la relazione con il territorio nelle sue forme rituali, archetipe e
anche, soprattutto, da una fusione delle arti antiche e contemporanee.
I TRAMPOLIERI dei Cronopios, Felipe Moretti, Gabriele e Matteo Culurgioni, Gioia Cambiaggio, Marcella Pellerano, animeranno la parata di apertura insieme agli artisti di strada di Vitamina Circo.

ARCIPELAGO CIRCO TEATRO
Nasce dalla collaborazione tra l’Associazione Culturale Pantakin da Venezia, attiva
dal 1995 nel campo della ricerca sul genere teatrale della commedia dell’arte e
nella realizzazione di eventi culturali legati al territorio, l’esperto e studioso di circo
Alessandro Serena, proveniente da una delle famiglie circensi più famose in Italia,
gli Orfei e il regista e scenografo di origine siciliana Marcello Chiarenza. La
progettualità artistica di Arcipelago è volta a sperimentare nuove forme di
linguaggio dello spettacolo dal vivo, partendo dai generi e dalle tradizioni popolari
quali la Commedia dell’Arte e il circo, nell’intento di dare vita ad un capitolo sulla
sperimentazione legata alle arti performative e in particolare al Nuovo Circo.
“TESORO” “..Immaginate di vedere dietro i vetri della vostra cittadina il mare
aperto: un immenso telo azzurro che si increspa, si gonfia, orchestra fra tuoni e
lampi di riflettori una grandiosa sinfonia di spruzzi simili ad una porporina magica. E
quando il tempo si placa e il telo si alza, come un sipario o un sudario marino, sulla
scena ci sono i corpi dei viaggiatori sognatori sbalzati dopo il naufragio su un isola
fuori dalle rotte consuete, un isola lontana…” Nico Garrone – La Repubblica.
Protagonisti di questo viaggio una troupe di sette acrobati formatasi alla Scuola
Nazionale di Circo di Cuba in scena con l’attore Emanuele Pasqualini e la cantante
e attrice Claudia Facchini. Gli acrobati cubani, dotati di una ancestrale visceralità
ma anche di una tecnica raffinata, eredità del legame con la Scuola di Circo di
Stato di Mosca, mettono in gioco discipline quali la pertica, la stanga russa e
l’altalena, arrivando a compiere evoluzioni di altissima spettacolarità. Infine le
musiche, composte dal maestro Carlo Cialdo Capelli, prendendo spunto dai ritmi
caraibici e allontanandosi da facili stereotipi, trovano la loro originalità fondendosi
con la melodia italiana. “Tesoro” è uno spettacolo di Marcello Chiarenza e
Alessandro Serena, prodotto da Pantakin da Venezia

NIELSA
Tutto parte da qua, dall’isola, dall’isola dove tutte le strade portano al vento….
“Nielsa” è un progetto musicale nato e cresciuto sull’isola che ha avuto nel 2005 un
importante riconoscimento con la vittoria, per la miglior canzone d’autore, del Premio
Fabrizio De Andrè.
“Le rose di addio” è il disco, il primo disco dei Nielsa, prodotto dalla Otorecords –
Milano – distribuito dalla Sony Bmg e patrocinato dalla fondazione Fabrizio De
Andrè. CONCERTO, “Le rose di addio – acoustic” è la versione acustica-live del
disco che verrà presentata al Giardino di Note ed arricchita, in alcuni brani, dalla
presenza di Rosie Wiederkehr (cantante degli Agricantus il gruppo elettro-world
siciliano di cui è appena uscito l’ultimo disco “Luna Khina”).
In collaborazione con Monna Lisa s.r.l. – Roma …il vento canta!!

MARCO GRILLI
La compagnia Marionette Grilli nasce ufficialmente nel 1978, dopo vari anni
d’esperienza presso le scuole d’arte sulla marionetta, per volontà dell’Ing. Augusto
Grilli. Andando però a ritroso nel tempo, ovvero nel 1938, Libero Grilli, figlio di
Emmanuele Grilli, collezionista di teatrini giocattolo e marionette giocattolo che iniziò
nel 1876, allestì uno spettacolo per marionette in occasione del decimo anniversario del
Teatro Michelotti, ribattezzato nel 1989 Alfa Teatro da Augusto Grilli, suo nipote. Quindi
è facile capire che la storia della famiglia Grilli come collezionisti ed appassionati
marionettisti, risale a ben 124 anni fa. Nel 1996 la direzione artistica della compagnia
passa da Augusto Grilli al figlio Marco, che come il bisnonno continua a collezionare,
promuovere e produrre il Teatro di Figura. Tra gli eventi più significativi della storia della
compagnia è importante evidenziare il fatto che in Piemonte il teatro dei burattini e delle
marionette sta ritornando ad essere importante come lo era nel ‘700, grazie all’impegno
ed alla dedizione dimostrata in tutti questi anni di attività. GLI SPETTACOLI che Marco
Grilli propone sono “Giandoja e la farina magica” e “Giandoja e la corona del re” due
avventure del personaggio tradizionale Giandoja giovane e ingenuo contadino alle
prese con il Male e con i Potenti.
“MGPS” è invece uno spettacolo cinico-onirico-musicale per burattini a guanto, giocato
sul sottile confine tra l’assurdo e l’ironico e presentato esclusivamente attraverso la
comunicazione gestuale dei burattini, senza uso del linguaggio verbale. Una sorta di
“pantomima”, dove nel silenzio sospeso il burattinaio muove i burattini interagendo con
esse e diventando egli stesso partecipe della vicenda a fine spettacolo.

I CAMILLOCROMO
Francesca Taranto, basso tuba – Alberto Becucci, fisarmonica – Enrico Chiarini,
clarinetto – Francesco Masi, tromba & flicorno – Rodolfo Sarli, trombone – Gabriele
Stoppa, vibrafono & percussioni
Propongono composizioni originali e non, di colore surreale e di atmosfera evocativa,
all’interno di un viaggio intimo e irriverente in cui la musica riveste il ruolo di
un’ipotetica colonna sonora per un film immaginario. Ricercando suggestioni di altri
tempi i Camillocromo spaziano da sonorità jazz, zingare, balcaniche, popolari,
sudamericane, all’interno di spettacoli coinvolgenti che agitano le gambe e
l’immaginazione del pubblico. Durante gli APERITIVI MUSICALI ci
accompagneranno deliziosamente verso il pranzo, mentre nelle PASSEGGIATE
MUSICALI serali, ci accompagneranno allegramente da piazza Repubblica
attraverso i carruggi, ogni sera con percorsi diversi, a Porta Leone. Nel CONCERTO
“Musica onirica per film immaginari” al Giardino di Note avranno modo di dar spazio
a tutta la loro simpatia e teatralità.

MONI OVADIA
Nasce in Bulgaria da una famiglia ebraica, ma studia e lavora in Italia dove inizia la
sua attività di studioso e interprete della musica tradizionale dei vari paesi, in
particolare dell’area balcanica. Negi anni 80’ incontra il teatro e questa è per Ovadia
l’occasione per fondere le proprie esperienze di attore e musicista, dando vita alla
proposta di un “teatro musicale” lungo il quale opera ancora oggi la sua ricerca
espressiva e artistica “CABARET YIDDISH” La lingua, la musica e la cultura Yiddish,
quell’inafferrabile miscuglio di tedesco, ebraico, polacco, russo, ucraino e romeno, la
condizione universale dell’Ebreo errante, il suo essere senza patria sempre e
comunque, sono al centro di “Cabaret Yiddish” spettacolo da camera da cui è poi
derivato il più celebre Oylem Goylem. Si potrebbe dire che lo spettacolo abbia la
forma classica del cabaret comunemente inteso. Alterna infatti brani musicali e canti
a storielle, aneddoti, citazioni che la comprovata abilità dell’intrattenitore sa rendere
gustosamente vivaci. Ma la curiosità dello spettacolo sta nel fatto di essere
interamente dedicato a quella parte di cultura ebraica di cui lo Yiddish è la lingua e il
Klezmer la musica. Uno spettacolo che “sa di steppe e di retrobotteghe, di strade e di
sinagoghe”. Tutto questo è ciò che Moni Ovadia chiama “il suono dell’esilio, la
musica della dispersione”: in una parola della diaspora. La musica Klezmer deriva
dalle parole ebraiche Kley Zemer, che si riferiscono agli strumenti musicali (violino ed
archi in genere e clarinetto) con cui si suonava la musica tradizionale degli Ebrei
dell’est europeo a partire all’incirca dal XVI secolo. Accompagnano Moni Ovadia in
questo suo racconto Emilio Vallorani al flauto, Janos Hasur al violino, Albert Florian
Mihai alla fisarmonica, Luca Garlaschelli al contrabasso. “Cabaret Yiddish” è prodotto
da Promo Music di Bologna

COMPAGNIE DE LA CARAVANE JAUNE
Quattro straordinari clown musicali francesi che hanno trascinato con il loro
spettacolo musicale burlesco sorprendente il pubblico del Belgio, Francia, Italia e
Svizzera. Il loro linguaggio universale, quello della musica acustica, del gesto, dello
sguardo e delle gags clownesche non conosce barriere. “BARKÉS ORKESTRA”
Una vecchia Mercedes che traina un piccolo camper giallo arriva in piazza e sbarca
la Barkés Orkéstra, una fanfara eclettica e strabiliante, composta da quattro musicisti
che con i loro fiati, corni, sassofoni, tromboni, tuba, batteria, contrabbasso e così via
sino alle maracas, danno vita a uno strano e spettacolare concerto che parte
appunto dalla fanfara di circo per arrivare alla musica dei Balcani, passando
attraverso New Orleans, il Mambo ungherese,la tecno e la hard bop post Coltrane. I
simpatici musicisti ci guideranno inoltre nella “PASSEGGIATA MUSICALE” da
piazza Repubblica a Porta Leone, domenica sera

ZAMAN
Nasce nel 1998 in Senegal, a Dakar dall’incontro di due artisti, provenienti dagli studi
presso il “conservatoire national de la musique de Dakar”, uniti per la grande
passione della musica soul. Zaman vuol dire “epoca” e Momar Gaye e i suoi amici
hanno scelto questo nome come simbolo della gioventù africana che sogna la pace,
l’unione fra le culture ed il rispetto fra i popoli. Musicalmente il gruppo ha debuttato
dapprima in molte regioni del Senegal e dei paesi confinanti, In seguito si è esibito
in francia, in olanda, in Inghilterra fino ad approdare in Italia. Unendo la tradizione
africana all’ampia formazione musicale, e avvalendosi della lunga esperienza di
spettacoli ed animazione i Zaman hanno consolidato la propria identità musicale,
facendo nascere un genere afro- reggae assolutamente particolare e di grande
ricchezza con sconfina liberamente sia nel jazz, nel funky e nel soul, che verso
soukous, zouk, makossa, i ritmi chiave della musica africana senza mai dimenticare
le proprie origini più profo.nde, i timi tradizionali del Senegal e la musica mbalax. Nel
CONCERTO al Giardino di note Momar Gaye voce & percussion, Cesar basso, El
Hadj Lo tastiere & cori, Giorgio Del Rio batteria, Matteo Pisseddu chitarra, Alassane
M’baye
Tama, Doudou Fall djembe, ci propogono una serata di afro – reggae assolutamente
particolare e ricca di ritmi e sonorità.

DAUVEA?!
… Offresi spazio, insolito, a forme nuove, di immagini varie. Dauvea?!
Anche quest’anno un percorso esplorativo sulle esperienze audiovisive (film, corti,
documentari) di giovani autori autoprodotti o prodotti da piccole e medie case di
produzione, … ma non solo.
La scelta e la raccolta dei materiali in rassegna, è curata da Chicco Angius. Il
programma delle due serate e dei postumi sarà presentato all’apertura della
rassegna.

I LUOGHI DELLA RASSEGNA
BARONE ROSSO, in via XX Settembre – NIKO BAR, in piazza Carlo Emanule – LA
CIAPPELLETTA inVia Roma ospitano gli aperitivi musicali
PIAZZA REPUBBLICA ospita le repliche serali dei burattini; da qui hanno inizio i diversi
percorsi delle passeggiate musicali e la parata iniziale; qui si svolge il laboratorio di
animazione e giocoleria
I CARRUGGI sono i vicoli angusti, variopinti e profumati, tipici del centro storico di
Carloforte
PALCO CENTRALE nello slargo della Via Santa Teresa nei pressi di Porta Leone
ospita tutte le sere lo spettacolo delle 22,00
GIARDINO DI NOTE è il giardino del Forte Santa Teresa che si trova in via Santa
Teresa, sulla destra salendo dalla Capitaneria, sulla sinistra scendendo da Porta
Leone. Ospita diversi eventi: le proiezioni, i concerti, i prodromii della rassegna.
Inoltre al Giardino di Note tutte le sere dalle 21,00 l’Oblò Pub vi propone le proprie
specialità. Qui, infine, si possono acquistare i gadget della rassegna.

Annunci